Messaggio di Papa Benedetto XVI per la giornata missionaria

La giornata missionaria mondiale offre quest’anno la possibilità di riflettere sul tema: ”La carità, anima della missione”.

La missione se non è orientata dalla carità, se non scaturisce cioè da un profondo atto di amore divino, rischia di ridursi a mera attività filantropica e sociale. L’amore che Dio nutre per ogni persona costituisce in fatti il cuore dell’esperienza e dell’annunzio del Vangelo, e quanti l’accolgono ne diventano a loro volta testimoni (…)

Per amare secondo Dio occorre vivere in Lui e di Lui: è Dio la prima ”casa” dell’uomo e solo chi in Lui dimora, arde di un fuoco di divina carità in grado di ”incendiare” il mondo.

(…)

Essere missionari significa allora amare Dio con tutto se stessi sino a dare, se necessario, la vita per Lui.

Essere missionari è chinarsi, come il Buon Samaritano, sulle necessità di tutti, specialmente dei più poveri e bisognosi, perché chi ama con il cuore di Cristo non cerca il proprio interesse, ma unicamente la gloria del Padre e il bene del prossimo.

(…)

Servire il Vangelo  non va considerata un’avventura solitaria, ma impegno condiviso di ogni comunità. Accanto a coloro che sono in prima linea sulle frontiere dell’evangelizzazione, molti altri, bambini, giovani, e adulti con la preghiera e la loro cooperazione in diversi modi contribuiscono  alla diffusione del Regno di Dio sulla terra.

 

Dal Vaticano 29 aprile 2006

Benedetto XVI

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.